Valencia
Esperienze uniche

Le 10 migliori città dove ammirare Street Art in Europa

Esperienze uniche

Hai mai pensato di trascorrere un weekend esplorando la street art in Europa? 

Amsterdam, Barcellona, Praga, Napoli e altre città offrono un’esperienza unica per immergersi nell’arte di strada e scoprire centinaia di artisti talentuosi. Ogni città ha la sua anima artistica, che si riflette nei murales che ne decorano vicoli e strade.

Ad Amsterdam, puoi trovare opere audaci che giocano con i concetti di identità e libertà, mentre a Barcellona puoi imbatterti in murales che raccontano storie di passione e resistenza. A Praga scoprirai, invece, il John Lennon Wall, mentre a Napoli vedrai figure sacre e profane mescolarsi tra loro, da Maradona a San Gennaro.

La street art non solo contribuisce a costruire il volto urbano, ma è anche un’opportunità emozionante per esplorare la creatività e l’ingegno di artisti di strada provenienti da tutto il mondo. 

L’arte urbana in Europa

L’arte di strada, o street art, ha rivoluzionato quartieri e palazzi anonimi trasformandoli in autentiche opere d’arte, portando colore e creatività nei centri urbani, nelle periferie e nei distretti centrali. Originariamente emersa come un movimento di ribellione artistica, oggi la Street Art è celebrata e rispettata come una legittima forma d’arte. Le creazioni di street art, disponibili 24 ore su 24, impreziosiscono le città italiane ed europee, offrendo panorami unici e affascinanti. 

La street art non va confusa con i graffiti, poiché costituisce una categoria distinta e sostanzialmente diversa. In passato, l’arte di strada era vista come una manifestazione di vandalismo giovanile, un modo per imbrattare il paesaggio urbano con immagini e forme inutili e sgradevoli. Oggi, invece, la street art è riconosciuta come una vera e propria forma d’arte. Non è quindi sorprendente che un numero crescente di persone scelga di dedicare parte dei propri viaggi alla scoperta della street art, seguendo percorsi tematici specifici.

Questa forma d’arte ha anche il merito di riportare l’attenzione sulle aree urbane meno conosciute, inclusi i quartieri periferici. È un modo per le persone di riscoprire queste zone, spesso trascurate, e di apprezzarne la creatività e la vitalità attraverso le opere d’arte che le decorano.

La street art è diventata parte integrante della cultura urbana, tanto da essere esposta non solo nelle strade, ma anche in musei dedicati. Questo è un segno della sua accettazione nel mondo dell’arte contemporanea, anche se – nel caso di esposizioni presso i musei – persiste una discussione sull’effetto della decontestualizzazione delle opere, che originariamente prendevano vita nelle strade e nell’ambiente urbano. 

In ogni caso, oggi le città europee in cui godere dell’arte urbana sono davvero molte, quindi ti proponiamo la nostra selezione con le 10 città migliori dove ammirare Street Art in Europa.

1. NDSM Wharf: il quartiere degli artisti ad Amsterdam

Ad Amsterdam, si respira arte un po’ ovunque, in particolare all’NDSM Wharf.

Una volta uno dei più grandi cantieri navali d’Europa, abbandonato dagli anni ’80, è stato riqualificato e oggi è, a tutti gli effetti, un quartiere di artisti grazie all’impegno della comunità locale. Gli artisti e i creativi hanno iniziato a occupare gli spazi vuoti trasformandoli in studi d’arte, spazi espositivi e atelier. Oggi, NDSM Wharf è un vivace centro culturale, dove laboratori, bar, spazi dedicati ed eventi di ogni genere contribuiscono a creare un’atmosfera speciale. Tra le molte attrazioni, spiccano le opere di street art firmate dall’artista francese Invader, che ha lasciato il suo segno sulla città con piccoli mosaici colorati e creando così un’atmosfera dinamica e creativa, rendendo questo luogo ideale per gli amanti dell’arte urbana. Questo ex cantiere navale è diventato un simbolo della trasformazione urbana di Amsterdam Nord e un importante punto di riferimento per la scena artistica della città.

2. Anversa, dove la street art convive con la comunità

Anversaperla delle Fiandre molto apprezzata per la sua arte barocca, non ha mai smesso di rinnovarsi, costruendo un dialogo tra diverse forme d’arte. Conosciuta come “la città che suona” per la sua scena musicale, Anversa è anche fondamentale nel mondo della street art. Esplorare la città in bicicletta o a piedi, attraversando le numerose stradine secondarie, ti porterà facilmente in un vortice di colori. Gli abitanti di Anversa hanno reso disponibili aree dove gli artisti possono esprimere liberamente la loro creatività senza timore di conseguenze legali.

Per gli amanti dei graffiti, una tappa imperdibile è il quartiere di New Zurenborg, dove sono presenti grandi opere murali, quasi 3000 metri quadrati di street art realizzati da oltre 120 artisti. Spostandoti poi a Doel, un paesino a circa 25 km da Anversa, troverai una comunità di street artist che si è unita alla lotta degli abitanti per preservare le loro case. Questi artisti hanno dimostrato la loro solidarietà decorando tutte le abitazioni, creando così un luogo unico al mondo, dove l’arte urbana si fonde con la lotta per la conservazione della comunità locale.

3. Atene, street art come denuncia politica

La street art di Atene non ha eguali. Qui l’arte urbana è un’espressione artistica di grande impatto e profondamente politica: rappresenta la voce più autentica del popolo greco. Oltre che una forma artistica, è un mezzo di espressione diretto per affrontare la grande crisi che la Grecia ha vissuto per anni e le conseguenti scelte politiche. I risultati di questa espressione sono spettacolari e possono essere ammirati al meglio nei quartieri di Exarchia, Metaxourgeio, Anafiotika, Psyri e Gazi. Qui, le pareti delle strade si trasformano in manifesti sociali, dipinti con immagini e messaggi che riflettono la rabbia, la speranza e la determinazione del popolo greco di fronte alle sfide politiche ed economiche. La street art di Atene va oltre la mera decorazione urbana: è un riflesso delle lotte e delle aspirazioni della comunità, un mezzo per esprimere dissenso, solidarietà e creatività. In un contesto di cambiamenti sociali e politici, queste opere d’arte urbana diventano una forma di resistenza e di celebrazione della resilienza del popolo greco.

4. Barcellona, la colorata street art

Le architetture più iconiche di Barcellona sono celebri per la loro creatività, l’originalità e le forme e colori fuori dagli schemi. Non sorprende, quindi, che questa eredità abbia ispirato numerosi grandi street artisti moderni, che hanno trasformato i muri della capitale catalana in straordinarie opere d’arte. Dal Barri Gotic a El Raval, fino a Poblenou, immergiti nella scoperta dei tesori dell’arte murale che questa vivace città ha da offrire. Ogni angolo di Barcellona è arricchito da murales sorprendenti e graffiti che riflettono la vitalità e la diversità della cultura urbana catalana.

Passeggiando per le strade di Barcellona, è possibile imbattersi in opere di street art che spaziano dalle figure surreali e astratte ai ritratti realistici, dalle espressioni politiche alle semplici esplosioni di colore. Ogni murale trasmette un messaggio d’interesse per la comunità locale, rappresentandone i valori più profondi. Per gli amanti dell’arte urbana, Barcellona è un vero paradiso e non importa quante volte si torni, c’è sempre qualcosa di nuovo da scoprire e ammirare nelle strade di questa città affascinante.

5. Bristol, la città di Banksy e dell’Upfest

Tra le molte attrattive che rendono famosa la città portuale di Bristol c’è sicuramente la sua street art, che costituisce un punto di orgoglio per la comunità locale. Bristol è la città natale di Banksy, probabilmente lo street artist più famoso al mondo, la cui identità è sconosciuta, e qui si trovano alcune delle sue opere più riconoscibili. Tuttavia, l’arte urbana a Bristol va ben oltre il lavoro di Banksy: è diffusa in tutta la città, con vari stili e temi artistici.

Uno degli eventi più significativi che celebra la street art a Bristol è l’Upfest, il più grande festival di street art e graffiti d’Europa. Ogni anno, migliaia di artisti provenienti da tutto il mondo convergono su Bristol per ritrovarsi qui, trasformando i suoi quartieri in una galleria all’aperto di creatività ed espressione artistica.

6. L’arte underground di Lipsia

Conosciuta come “la nuova Berlino”, Lipsia sta emergendo e si sta affermando come una destinazione creativa e comunitaria. In questo contesto, la street art ha svolto un ruolo significativo, trasformando quartieri difficili e fabbriche abbandonate in spazi vivaci e creativi. Lipsia è diventata un polo importante per la street art, con una scena artistica underground che si esprime ad alti livelli. Murales, graffiti e installazioni artistiche popolano le strade della città, dando vita a un paesaggio urbano vibrante e vivace. Questa forma d’arte aggiunge colore e vitalità alla città, in più crea opportunità di incontro e dialogo tra artisti, residenti e visitatori. Dai murales colorati che decorano le facciate degli edifici alle opere più sperimentali e concettuali, la street art a Lipsia offre un’esperienza visiva unica e coinvolgente. 

Gli artisti locali e internazionali contribuiscono alla ricchezza e alla diversità della scena della street art a Lipsia esplorando con le loro opere tematiche sociali, politiche e culturali, creando uno spazio pubblico per il dialogo e la riflessione.

7. Napoli e i murales che parlano di lei

La street art a Napoli mescola figure sacre e profane, storia e contemporaneità, tradizione e innovazione. Le opere di street art a Napoli non sono mai banali. Ogni murale racconta una storia che a volte è ispirata a figure praticamente considerate divine, come Maradona e San Gennaro, raffigurati dallo street artist Jorit, o a icone della cultura napoletana come Pino Daniele e Massimo Troisi, altre volte trasmette un messaggio di saggezza o protesta.

Ciò che rende la street art napoletana così speciale è la sua capacità di integrarsi perfettamente nel tessuto urbano della città, arricchendolo con colori, forme e messaggi che riflettono la sua ricca storia e identità culturale. A Napoli, la tradizione e l’innovazione si fondono in modo armonioso, creando uno scenario unico e affascinante.

Non sorprende che Napoli abbia attirato l’attenzione di artisti di fama internazionale, come Banksy, il quale ha scelto proprio questa città per realizzare la sua prima opera su suolo italiano, la Madonna con la pistola. Questo è un chiaro riconoscimento della vitalità e dell’importanza della scena della street art a Napoli, che continua a ispirare e affascinare residenti e visitatori di tutto il mondo.

8. Street art a Praga: non solo John Lennon Wall

Durante una visita a Praga, vale sicuramente la pena esplorare il lato meno conosciuto, ovvero quello che riguarda la street art. Gli amanti della street art di tutto il mondo, ormai, conoscono il John Lennon Wall: è una delle location più conosciute per quanto riguarda l’arte urbana e, proprio qui, migliaia di persone hanno creato graffiti, disegnato, trascritto poesie e testi filosofici. Eppure a Praga esistono altri luoghi in cui è possibile ammirare la street art, basta avventurarsi al di fuori del centro città ed esplorare quartieri come Tesnov, Vltavská o Holešovice, dove artisti locali e internazionali hanno creato murales, graffiti e installazioni artistiche.

9. La street art del Barrio del Carmen a Valencia

Valencia è una delle città spagnole più orientate al futuro. È quindi naturale che le sue architetture moderne siano accompagnate da diverse opere di street art che animano e colorano le sue strade. Uno dei quartieri più strettamente legati all’arte urbana è il Barrio del Carmen, rinvigorito dopo un periodo di declino. Qui è possibile trovare le creazioni di artisti come Escif, considerato il Banksy spagnolo, Blu, Limón e Julieta Xlf.

Nel Barrio del Carmen le strade si trasformano in vere e proprie tele per gli artisti urbani ed esplorare il Barrio significa tuffarsi in un mondo di colori, forme e messaggi che trasformano l’ambiente urbano in una galleria all’aperto. 

10. Tallinn: il Chilometro Culturale e Creative City

A Tallinn negli ultimi è fiorito un interessante panorama di street art, grazie al contributo di diversi artisti urbani. Sebbene non abbondino imponenti murales, la città è cosparsa di piccole opere che aggiungono colore ai paesaggi urbani.

In particolare, lungo il cosiddetto “Chilometro Culturale” (Kultuurikilomeeter), un tronco ferroviario abbandonato, convertito nel 2011 in un itinerario turistico collegando il porto cittadino al centro, e nel complesso artistico di Telliskivi Creative City, uno dei luoghi più colorati di Tallinn dove è possibile trovare diverse espressioni di street art. Questi luoghi fungono da sfondo per le opere degli artisti e gli street artist sono stati incoraggiati dalle autorità locali, che hanno messo a loro disposizione spazi dedicati e promosso l’arte urbana come parte integrante della cultura cittadina. Questo sostegno ha contribuito a rendere Tallinn un luogo sempre più interessante e affascinante per gli amanti dell’arte di strada e per coloro che desiderano scoprire il lato più creativo della città.

Ora desideri ancora di più partire e ammirare la street art in Europa, vero?  Scegli la tua meta e parti per questo viaggio tra le bellezze dell’arte e della creatività.
Hai già ricevuto un cofanetto in regalo? Scopri come usare un cofanetto Boscolo Gift per scoprire la Street Art europea oppure sfoglia tutti i cofanetti regalo Boscolo!